Se aspetti un bambino l’alcol può attendere

se aspetti un bambino l'alcol può attendere

Perché parlare di alcol e gravidanza? In che modo l’alcol bevuto dalla mamma può causare problemi al nascituro?  A sensibilizzare le future mamme su un tema così delicato e importante arriva la campagna promossa da Sigo e da Assobirra giunta ormai alla sua quarta edizione.

se aspetti un bambino l'alcol può attenderePrende il via la quarta edizione della campagna di informazione ‘Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere’ realizzata dalla SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia – la più rappresentativa del settore in Italia, che promuove e favorisce gli studi in tutti i campi della ginecologia e dell’ostetricia ed in ogni altro settore ad essi collegati, e da AssoBirra – Associazione dei Birrai e dei Maltatori. La campagna prosegue il suo percorso di sensibilizzare le donne sui rischi legati al consumo di alcol durante il periodo della gravidanza e su come prevenirli efficacemente. Infatti se è vero che l’attenzione al consumo di alcol in gravidanza negli ultimi anni è cresciuta, è anche vero che la consapevolezza su questo tema non è ancora abbastanza diffusa nella popolazione in età fertile. La campagna vuole ricordare periodicamente alle future mamme un messaggio semplice e di prudenza: “Se aspetti un bambino o hai in programma di averlo, evita di bere alcolici e chiedi al tuo ginecologo informazioni sui rischi dell’alcol in gravidanza”. E quest’anno ha scelto di rivolgersi alla community delle mamme, molto attive nelle rete, perché diventino ambasciatrici e stimolino il passaparola fra le donne e soprattutto fra le giovani future mamme. La campagna utilizzerà diversi strumenti d’informazione (il sito internet dedicato www.seaspettiunbambino.it; il sito www.sigo.it e i canali social,) e un workshop dedicato alla community di mamme molto attive nella rete che diventeranno le ambasciatrici di questo importante tema.

Pubblicato da paola baraldi

Fonte della notizia: www.assobirra.it

Condividi con i social: