Glossario

A-B-C-D-E-F-G-H-I-J-K-L-M-N-O-P-Q-R-S-T-U-V-W-X-Y-Z
A

Abbazia
Prodotta col vecchio metodo dell’alta fermentazione e secondo ricette di antichi monasteri, è una birra dal forte contenuto alcolico (dai 6 ai 9 gradi).

Accisa
Si definisce così un’imposta indiretta sulla fabbricazione e sulla vendita di prodotti di largo consumo. La birra, in quanto bevanda alcolica, è soggetta ad accisa.

Acqua di fabbricazione
E’ l’acqua impiegata per la fabbricazione della birra. Per il 90% la birra è composta da acqua.

Alcol
Prodotto dalla fermentazione durante la fabbricazione della birra, rispetto ad altre bevande non è presente in quantità elevate nella birra.

Ale
E’ la birra tradizionale per i britannici, poco alcolica, poco schiumosa e prodotta ad alta fermentazione. Tra le sue sottotipologie ricordiamo la brown ale, la bitter ale, la mild ale, la pale ale, la old ale e la scotch ale.

Altbier
Birra ad alta fermentazione di provenienza tedesca, dall’alcolicità non superiore ai 4,5%.

Altglass
Bicchiere cilindrico e sottile, per offrire il giusto spazio alla schiuma della birra e dare al consumatore un’immediata sensazione di freschezza al tatto.

Aroma
La percezione del gusto e dell’odore di una birra.

 

 

B

Balloon
Bicchiere adatto per birre corpose, da meditazione, con la sua forma a chiudere che favorisce in superficie lo scambio termico con l’esterno.

Barley wine
Birra forte e robusta dall’alta alcolicità, 9% di alcol, di colore scuro, consigliata per accompagnare i dessert.

Barrel
Fusto ligneo o di metallo in uso per il trasporto della birra.

Berliner weisse
Birra di frumento della zona di Berlino, poco alcolica (3%).

Biere blanche
Birra di frumento belga leggermente acidula e dal colore bianco lattiginoso, contiene circa il 5% di alcolicità.

Bière de garde
Birra del nord della Francia ad alta fermentazione e dal colore ambrato; l’alcol varia tra il 5% e il 7%.

Biere de mars
Birra francese, ben strutturata e dal colore ambrato, alcolicità intorno al 5%.

Birra
Bevanda fermentata, ottenuta da un infuso di malto amaricato con luppolo. Moderatamente alcolica, la birra viene prodotta sotto una precisa normativa che ne disciplina la fabbricazione.

Birra analcolica
Appartenente alla famiglia delle lager, l’eliminazione dell’alcol avviene tramite l’evaporazione sottovuoto, tecnica che permette di mantenere l’aroma tipico di ogni birra alcolica.

Birra di puro malto
Birra prodotta esclusivamente con malto d’orzo e/o di frumento.

Bitter ale
Birra classica inglese col 4% di alcol, di colore ambrato e dal sapore luppolato, viene servita alla spina.

Boccale
Bicchiere dal vetro molto spesso per conservare la temperatura di servizio. E’ consigliato con le ales.

Boccale tedesco (Masskrug)
Tipico della Germania meridionale, può essere di vetro, ceramica o terracotta, adatto per le marzen.

Bock
Tedesca a bassa fermentazione ma dall’elevato contenuto alcolico, è una birra densa, corposa e dal sapore decisamente maltato.

Brown ale
Inglese dal colore ambrato e dal gusto leggermente dolce, mai oltre il 4,5% di grado alcolico.

 

 

C

Calice a tulipano
Bicchiere dalla bocca svasata per favorire la percezione del profumo della birra. Ideale per le birre aromatiche.

Calorie
L’apporto calorico della birra è modesto, in un bicchiere da 250cc vi sono infatti poco meno di 85 Kcal, la stessa quantità (250cc) di un succo di frutta può contenere fino a 130 kcal.

Cereali
Ingrediente fondamentale della birra, dall’orzo al frumento fino al mais, al riso e al miglio.

Colonna biconica
Bicchiere dalla forma allargata e dalla bocca chiusa, adatto per pils belghe.

Colonna conica
Al contrario della colonna biconica ha un imboccatura larga, consigliato con le birre danesi.

Cream ale
Sono le birre americane chiare non particolarmente strutturate, 5% di alcol.

 

 

D

Degustazione
Gustare, e nello stesso tempo controllare, le qualità organolettiche di una birra.

Doppelbock
Birra prodotta in Germania a bassa fermentazione, ha un elevato grado alcolico, vicino al 7%.

Dortmunder
Birra tipica della città tedesca di Dortmund cui deve il nome, lager chiara piuttosto luppolata con un’alcolicità vicina al 5%.

Draught
Termine inglese che indica “alla spina”. Le lattine e le bottiglie che riportano questa indicazione contengono un dispositivo meccanico atto a simulare l’effetto di spillatura della birra.

Dubbel/Double
Belga rifermentata in bottiglia dal colore ambrato e carattere maltato. Spesso è una birra trappista o di abbazia.

 

 

E

Eisbock
Antica birra tedesca corposa, alcolica e dal gusto deciso.

Export
Birra speciale, chiara e a bassa fermentazione, in Germania si definisce così un tipo di lager secca e dal sapore forte, più semplicemente può indicare una normale birra da esportazione.

 

 

F

Faro
E’ una Lambic cui viene aggiunto zucchero durante la fermentazione. Di un colore ambrato, contiene circa il 5% di alcol.
Fermentazione
Fase della produzione della birra in cui il lievito trasforma il maltosio in alcol e anidride carbonica.

Flute
Bicchiere adatto alle birre che producono una schiuma importante, si addice alle pils.

Fusto
Recipiente usato per il trasporto e la spillatura, può contenere fino a 200 litri di birra.

 

 

G

Germinazione
La germinazione dei chicchi d’orzo per ottenere il malto.

Gueuze
Belga risultante da un taglio di alcune lambic stagionate in botte e altre giovani, rifermentata in bottiglia. Attorno al 5% di alcol.

Gusto
Senso decisivo nella degustazione di una birra: al contatto col palato può risultare dolce, amara, acida ecc.

 

 

H

Hell/Helles
Birra chiara, dorata, in tedesco.

Hansen
Il danese Emil Christian Hansen, nel XIX sec, fu il primo a classificare scientificamente i diversi tipi di lieviti presenti al mondo.

 

 

I

Ice beer
Moderna versione delle Eisbock, congelata durante la maturazione. Di colore chiaro e buon tenore alcolico.

Imperial stout
E’ una versione più alcolica della stout tradizionale, arrivando facilmente all’8%.

India pale ale/Ipa
Più alcolica e luppolata della semplice pale ale, supera facilmente il 5% di alcol.

Invecchiamento
Al contrario del vino, il tempo rende in genere meno buona e fresca una birra. Fanno eccezione alcune birre, non filtrate né pastorizzate, che si evolvono invecchiando.

 

 

K

Kellerbier
Bavarese a bassa fermentazione. È tipicamente poco frizzante, con un buon tenore di luppolo.

Kölsch
Tipica di Colonia, ad alta fermentazione. È una birra chiara, piuttosto acida, con un’alcolicità vicina al 4,5%.

Kulmbacher
Proveniente da Kulmbach, in Baviera. Realizzata con la bassa fermentazione, è di colore scuro e buona struttura.

 

 

L

Lager
Sinonimo di birra a bassa fermentazione e a lunga stagionatura. Può essere di colore paglierino scarico come scura, tra le più forti del mondo come estremamente leggera. E’ la birra più diffusa al mondo: chiara, di media alcolicità, non particolarmente caratterizzata negli aromi e nel gusto.

Lambic
Birra belga di frumento e malto d’orzo a fermentazione spontanea rifermentata in bottiglia oppure in botti di quercia o rovere. Ha un sapore fresco e piuttosto acido, un colore chiaro opalescente e un’alcolicità vicina al 4%. Talvolta, con lo scopo di addolcirne il carattere, alla lambic viene aggiunta della frutta durante la fermentazione. La birra prende il nome di framboise se si tratta di lamponi, kriek di ciliegie, pêche di pesche, cassis di ribes neri.

Lievito
Organismo indispensabile, durante la produzione di birra, per ottenere dagli zuccheri del mosto alcol e anidride carbonica. Ne abbiamo 2 grandi famiglie: il Saccaromyces Cerevisiae, usato per produrre birre ad alta fermentazione e il Saccaromyces Carlsbergensis, usato invece per le birre a bassa fermentazione.

Light beer/Leichtbier/Birra leggera
Definizione per una birra dal basso contenuto alcolico. Sono in genere poco strutturate negli aromi e nel gusto.

Luppolo
Chiamato in Inghilterra Hop, conferisce il classico gusto amaricante alla birra.

 

 

M

Malto
E’ il risultato della germinazione dei cereali usati per fare la birra. Il malto sarà poi, a sua volta, trasformato in mosto.

Malt liquor
Termine diffuso negli Stati Uniti per indicare una strong lager. Di colore chiaro con oltre il 5% di alcol.

Märzen
Bavarese che deve il suo nome al mese in cui viene prodotta. Chiara dorata dal carattere maltato, con un contenuto alcolico attorno al 5%.

Maturazione
Fase successiva alla fermentazione, di durata non superiore alle 6 settimane, in cui la birra viene lasciata “riposare”, affinché tutte le sue componenti si affinino tra loro e diano alla bevanda il suo caratteristico sapore.

Mescita
L’atto del versamento della birra nel bicchiere del consumatore.

Mild ale
Di colore ambrato abbastanza carico, si differenzia dalla bitter per essere più maltata e meno luppolata. È anche leggermente meno alcolica, con circa il 3,5%.

Mosto
Composto liquido formato da acqua e componenti solubili estratti dal malto. Viene cotto insieme al luppolo e poi raffreddato prima di passare alla fase di fermentazione.

Münchner/Monaco
Birra a bassa fermentazione tipica di Monaco di Baviera. È scura con un carattere maltato e un’alcolicità attorno al 4,5%.

 

 

O

Old ale
Scura inglese ad alta fermentazione, tradizionalmente invecchiata un paio di anni prima di essere consumata. Possiede il 6% di alcol, buon corpo e gusto strutturato.

Orzo
E’ il cereale più usato per produrre la birra. Viene trasformato in malto con la germinazione dei suoi chicchi.

Ossidazione
Reazione dell’ossigeno con i componenti della birra. Si consiglia, infatti, di non lasciarla troppo tempo a contatto con l’aria, pena la perdita di aroma.

 

 

P

Pale ale
Ale inglese di colore ambrato con riflessi ramati o aranciati. Possiede un discreto corpo e un carattere luppolato e circa il 4% di alcol.

Pilsner/Pils
Birra chiara a bassa fermentazione nata a Pilsen, in Boemia. È di colore dorato, talvolta con riflessi verdastri. Rispetto a una lager comune, dovrebbe essere particolarmente luppolata e dotata di maggiore corpo.

Pinta
Bicchiere a forma di cono rovesciato molto usato nei pub italiani, valorizza la cream delle stout.

Porter
Inglese, è simile alla stout ma poco meno scura e amara.

Premium
Termine che identifica una lager chiara di qualità superiore.

Pub
Locali pubblici, nati in Inghilterra ma ormai diffusi in tutto il mondo, in cui viene servita la birra spillata.

 

 

R

Rauchbier
Specialità a bassa fermentazione tipica della Franconia dal tipico sapore di malto affumicato con cui viene prodotta. Scura di colore, con circa il 5% di alcol.

Reinheitsgebot
Storico decreto del XVI sec, emanato in Germania dal Duca bavarese Guglielmo IV, in cui si stabiliscono per legge gli ingredienti con cui fare la birra: orzo, luppolo e acqua. Solo qualche decennio dopo si conoscerà l’importanza del lievito.

 

 

S

Saccaromyces Carlsbergensis
Lievito usato per le birre a bassa fermentazione.

Saccaromyces Cerevisiae
Lievito ad alta fermentazione.

Saison
Birra belga ad alta fermentazione, ben luppolata con un’alcolicità tra il 6 e l’8%. Spesso rifermentata in bottiglia, può essere indicata per l’invecchiamento.

Schiuma
Ha la funzione importante di proteggere la birra, a contatto con l’ossigeno, dall’ossidazione. Ogni stile di birra ha una schiuma differente: scarsa o evanescente, cremosa o compatta, di colore scuro o chiaro.

Schwarzbier
Lager tedesca di colore scuro, dal gusto deciso di malto e con un’alcolicità vicina al 5%.

Scotch ale
Ale proveniente dalla Scozia, di colore ambrato intenso con riflessi mogano. Il suo contenuto alcolico può variare dal 3 al 10%, è una birra caratterizzata da evidenti note maltate.

Spinotto
Particolare rubinetto che si inserisce nel fusto per spillare la birra.

Stivale
Bicchiere dalla forma bizzarra, usato prevalentemente in Germania e adatto a qualunque tipo di birra.

Stout
Birra ad alta fermentazione tipica dell’Irlanda. Scura, dalla schiuma cremosa color nocciola, ha un gusto molto amaro. Le stout inglesi sono più dolci e prendono nomi come sweet stout, milk stout o cream stout.

Strong ale
Stile diffuso principalmente in Belgio e Gran Bretagna. Di solito è una birra ambrata e piuttosto aromatica. Supera facilmente il 6% di alcol.

Strong lager
Birra chiara a bassa fermentazione e alto tenore alcolico.

 

 

T

Temperatura
La temperatura di stoccaggio ottimale della birra è di 8°. La temperatura a cui servirla varia invece tra i 7 e i 9 gradi a seconda del tipo e della gradazione.

Trappista
Ale rifermentata in bottiglia prodotta in uno dei sei monasteri trappisti tra Belgio e Olanda e per questo molto ricercate. Può essere chiara, ambrata o scura e contenere dal 6 al 12% di alcol. Alcune possono invecchiare.

Tripel/Triple
Ale belga di colore chiaro rifermentata in bottiglia. Mediamente alcolica e dal sapore speziato.

 

 

V

Vienna
Birra a bassa fermentazione ed un alto tenore alcolico ma dal gusto delicato.

 

 

W

Weissbier
Birra tedesca di frumento. Può prendere il nome di hefeweisse se viene imbottigliata con del lievito, dunkel weisse se è ambrata e kristall weisse quando viene filtrata, risultando così brillante. Produce una schiuma abbondante e lascia in bocca un gusto fresco e leggermente asprigno. Contiene circa il 5% di alcol.

Weizenbecker
Bicchiere svasato alla sommità per contenere la schiuma delle weissbier e delle weizen.

Weizenbock
Variante della Weiss che unisce l’acidità con la rotondità e la potenza di una bock. Di colore ambrato scuro.
Wheat beer
Birra di frumento americana. Meno fruttata di quelle europee ma ugualmente fresca e frizzante